TI E’ PIACIUTO QUESTO ARTICOLO ?
lasciaci-un-mi-piace1

 

Metti mi piace sulla nostra pagina Facebook per essere sempre aggiornato sui migliori contenuti da condividere e commentare con i tuoi amici

State lottando come me con una “mente scimmia” ?

Il vostro cervello è anche un po’ instabile, inquieto, capriccioso, stravagante, lunatico, incoerente, confuso, indeciso o incontrollabile? E’ la definizione di “mente scimmia” che mi è stata attribuita !

med

Se avete bisogno di una maggiore motivazione per intraprendere questa pratica di trasformazione, considerate che alcune ricerche nel campo delle neuroscienze hanno dimostrato che la meditazione e l’ intrattenimento in piena coscienza possono portare cambiamenti neuroplastici nella materia grigia del cervello. Un gruppo di neuroscienziati di Harvard si è interessato alla meditazione incentrata sulla consapevolezza e ha scoperto che la struttura del cervello è cambiata dopo solo otto settimane di pratica regolare della meditazione.

Uno studio scientifico spiega che la meditazione cambia il cervello.

La Dottoressa Generica Sara Lazar, autrice principale di questo studio, ha detto in un comunicato stampa:

Benchè associamo la pratica della meditazione, ad un senso di serenità e di rilassamento fisico, gli operatori sostengono da tempo che la meditazione offre anche vantaggi sul piano psicologico e cognitivo che durano per tutta la giornata.

Per testare questa idea, i neuroscienziati hanno studiato 16 persone per provare una terapia basata sulla consapevolezza che riducesse lo stress. La premessa del corso era quella di migliorare la cura e il benessere dei partecipanti, riducendo i livelli di stress. Ognuno aveva ricevuto registrazioni audio contenenti 45 minuti di esercizio guidati su come integrare la meditazione con la visualizzazione del corpo, lo yoga e la meditazione in seduta.

È stato chiesto loro di integrare queste pratiche nella loro vita quotidiana.

E per facilitare l’integrazione di programmi come la meditazione all’ attenzione quotidiana, hanno anche imparato a praticare la meditazione in modo informale incentrandola sulla consapevolezza nelle attività quotidiane come cucinare, camminare, lavare i piatti, fare la doccia e così via.

Uno studio scientifico spiega che la meditazione altera il cervello.

Prima e dopo la meditazione

1oc

Gli esami di imaging attraverso la risonanza magnetica (MRI) del cervello di ogni partecipante sono stati eseguiti prima e dopo l’allenamento con la meditazione, così come su un altro gruppo di persone che non hanno meditato e sono rimasti in piena consapevolezza. Dopo i programmi di allenamento con la meditazione, i partecipanti hanno avuto un miglioramento significativo radicato nella attenzione come “azione in coscienza” e “capacità di non giudicare”.

E’ stato sorprendente, perché la risonanza magnetica ha mostrato che al gruppo che ha ricevuto la terapia a base di consapevolezza è aumentata la concentrazione di materia grigia nell’ippocampo di sinistra, nella corteccia cingolata anteriore, nell’articolazione temporo-mandibolare e nel cervelletto. Le regioni del cervello sono state coinvolte nell’ apprendimento, nella memoria, nella regolazione delle emozioni, nella consapevolezza di sé e nella percezione degli altri!

Britta Hölzel, altra autrice principale dello studio, dice:

E’ affascinante vedere la plasticità del cervello e che praticando la meditazione possiamo svolgere un ruolo attivo nel cambiare il cervello, aumentando potenzialmente il nostro benessere e la qualità della nostra vita.

Sarah Lazar ha anche osservato che:

Questo studio dimostra che i cambiamenti nella struttura del cervello possono spiegare alcuni di questi miglioramenti e ha valutato che la meditazione non è semplicemente rilassante e ci si sente necessariamente meglio.

Share Button

Metti mi piace sulla nostra pagina Facebook per essere sempre aggiornato sui migliori contenuti da condividere e commentare con i tuoi amici

 

5,019 Visite totali, 1 visite odierne