TI E’ PIACIUTO QUESTO ARTICOLO ?
lasciaci-un-mi-piace1

 

 

Con sempre maggiori prove che la meditazione ha effetti benefici sulla salute, gli scienziati hanno comunque cercato di capire in che modo questa pratica influenzi fisicamente il corpo.

Uno studio condotto a dicembre 2013 da ricercatori del Wisconsin, della Spagna e in Francia hanno riportato la prima prova di cambiamenti molecolari specifici del corpo a seguito di un periodo di meditazione Mindfulness.

In base ai dati in nostro possesso, questo è il prima documento che mostra rapide alterazioni nell’espressione genica all’interno di soggetti connessi alla pratica della meditazione mindfulness.❞

(Autore dello Studio: Richard J. Davidson, fondatore del Center for Investigating Healthy Minds e Professore di Psicologia presso l’Università del Wisconsin.)

 

✔ Benefici della meditazione Mindfull

minLo studio ha esaminato gli effetti di un giorno di pratica di Mindfulness intensiva in un gruppo di meditatori esperti, rispetto ad un gruppo di soggetti di controllo non addestrati che si sono impegnati in attività tranquille non meditative.

Dopo otto ore di pratica di Mindfulness, i meditatori hanno mostrato una serie di differenze genetiche e molecolari, tra cui livelli alterati nei meccanismi di regolazione genica e livelli ridotti di geni pro-infiammatori, che a loro volta sono connessi ad un recupero fisico più veloce da una situazione stressante.

Più interessante, è stato osservare i cambiamenti nei geni che sono gli obiettivi attuali dei farmaci anti-infiammatori e analgesici.

(Autore dello Studio: Perla Kaliman, ricercatore presso l’ Institute of Biomedical Research di Barcellona in Spagna, dove sono stati condotte le analisi molecolari)

I risultati mostrano una diminuzione (down regulation) dei geni che sono stati implicati nel processo infiammatorio. La misura in cui alcuni di questi geni sono stati diminuiti, era associata con il recupero più veloce di cortisolo per un test di stress sociale che coinvolge il linguaggio e compiti che richiedono calcoli mentali eseguiti davanti a una telecamera e ad un pubblico improvvisato.

Non c’era differenza nei geni testati tra i due gruppi di persone all’inizio dello studio.

Gli effetti osservati sono stati rilevati solo nei meditatori che hanno seguito una pratica di mindfulness. Inoltre, diversi altri geni modificanti il DNA  non hanno mostrato differenze tra i gruppi, il che suggerisce che la pratica di mindfulness ha interessato particolarmente alcuni percorsi regolatori.

I nostri geni sono abbastanza dinamici nella loro espressione e questi risultati suggeriscono che la calma della nostra mente può effettivamente avere una potenziale influenza sulla loro espressione.❞- Richard J. Davidson

Share Button

FONTE: Lo studio è stato pubblicato sul Journal of Psychoneuroendocrinology

Metti mi piace sulla nostra pagina Facebook per essere sempre aggiornato sui migliori contenuti da condividere e commentare con i tuoi amici

 


5,794 Visite totali, 1 visite odierne