lasciaci-un-mi-piace1

 

Metti mi piace sulla nostra pagina Facebook per essere sempre aggiornato sui migliori contenuti da condividere e commentare con i tuoi amici

Secondo una ricerca scientifica essere smemorati è in realtà un segno che sei insolitamente intelligente.

Nelle tue conversazioni, in televisione e mentre navighi sul Web, è raro sentire parlare di dimenticanza in un contesto positivo. Di solito, le persone attribuiscono la perdita di memoria – a lungo termine o a breve termine – alla demenza, ad un suo esordio precoce o alla malattia di Alzheimer.
Abbiamo scritto molti articoli su perdita di memoria. Non dovrebbero neanche essere presi alla leggera.

Tuttavia, a volte può essere estenuante leggere articoli su tutto ciò di cui hai bisogno per paura o preoccupazione. In effetti, uno studio pubblicato nel giugno 2017 su Neuron ha detto questo :

…”essere smemorato su alcune cose potrebbe significare che il tuo cervello sta semplicemente funzionando correttamente, forse persino meglio di quanto pensassi .” [1]

 

Lo studio ha trovato che dimenticare potrebbe davvero essere una buona cosa

Secondo un gruppo di ricerca dell’Università di Toronto e dell’ospedale SickKids, l’oblio (“quando dimentichiamo facilmente le cose”) non è poi così male. Contrariamente alla convinzione che l’informazione sia un vero è proprio “Re”, osserva l’Assistente Professor dell’UKT Blake Richards:

il punto di memoria non è riuscire a ricordare chi ha vinto la Stanley Cup nel 1972“. [2]

Nello studio di  Richards e di Paul Frankland  ‘La persistenza e la caducità della memoria’, gli studiosi hanno cercato di esplorare il significato di dimenticare in relazione alla funzione del cervello e della salute.

In definitiva:

il punto della memoria è renderti una persona intelligente che può prendere decisioni date le circostanze … [Un aspetto importante nell’aiutarti a fare questo è essere in grado di dimenticare alcune informazioni.” [2]

Ora, lo studio stesso non ha comportato nuove prove sperimentali. Piuttosto, Richards e Frankland guardarono alla ricerca pubblicata in passato, analizzarono le prove disponibili e conclusero che essere smemorati ha un uso pratico.

 

Perché il cervello spende tanta energia cercando di dimenticare le informazioni?

Sappiamo tutti quanto possono essere impegnative e lunghe le informazioni di memorizzazione. Quindi, ascoltare uno studio come questo può essere frustrante e inutile se il cervello sta per dimenticare ciò che hai speso così tanto tempo a cercare di ricordare.

Tuttavia, Richards ritiene che ci siano due buoni motivi per cui è utile dimenticare le informazioni che si incontrano: [1,2]

  1. Il mondo cambia continuamente così vecchie informazioni diventano obsolete e meno importanti da ricordare. “Se stai cercando di navigare nel mondo e il tuo cervello è in costante aumento di ricordi contrastanti“, ha detto Richards, “ciò rende più difficile per te prendere una decisione informata“.

  2. È necessario essere in grado di fare generalizzazioni quando ci si trova di fronte a grandi quantità di dati. Per fare ciò, il tuo cervello deve dimenticare alcuni dettagli oppure ti ritroverai coinvolto in troppi fattori contrari e non potrai dare la giusta priorità alle informazioni chiave.

I lettori più smemorati staranno a questo punto probabilmente tirando un sospiro di sollievo.

 

Ma qual è la differenza tra la “dimenticanza innocua” e la perdita patologica della memoria?

Tutti noi abbiamo i nostri “momenti smemorati” e mentre può diventare frustrante, non è sempre serio. In realtà, è una realtà completamente naturale che si verifica con l’età. Alcuni esempi di “oblio innocuo” possono includere: [3,4,5]

  • Avere momenti “tip-of-the-tongue” (…”aspetta, ce l’ho sulla punta della lingua”) con richiamo di parole

  • Dimenticare ogni tanto  dove metti le chiavi o hai lasciato gli occhiali

  • Dimenticare un appuntamento

  • Non essere in grado di ricordare i dettagli di conversazioni passate o di programmi televisivi

Nel caso di “dimenticanza preoccupante“, essa tende ad essere più visibile. I sintomi più gravi della perdita patologica della memoria possono includere: [4,5,6]

  • Lottare per ricordare le cose ogni giorno

  • Dimenticare regolarmente conversazioni, appuntamenti o eventi

  • Avere difficoltà a ricordare nomi o numeri

  • Trovare difficile seguire le conversazioni su schermi (ad esempio programmi televisivi)

  • Perdere traccia di ciò che stai dicendo a metà discorso

  • Dimenticare nomi di oggetti semplici e quotidiani

  • Perdersi o disorientarsi in luoghi familiari

Conclusioni 

Molti articoli possono sembrare spaventosi, ma non è ancora necessario passare a ipotesi drastiche. Se dimentichi le cose qui e là – e lo farai – prenditi un momento, riprendi te stesso e prova a ricordare di nuovo con una mente più chiara. (I tuoi occhiali da sole sono probabilmente sulla tua testa.)
La routine quotidiana può prendere il suo pedaggio e farti pensare che sei più pazzo di te.

Se sospetti una malattia neurodegenerativa più grave come l’Alzheimer, tuttavia, fai una lista di controllo dei segni e dei sintomi che trovi sopra e fissa subito un appuntamento con il medico.

Share Button

Metti mi piace sulla nostra pagina Facebook per essere sempre aggiornato sui migliori contenuti da condividere e commentare con i tuoi amici

 

333 Visite totali, 1 visite odierne