TI E’ PIACIUTO QUESTO ARTICOLO ?
lasciaci-un-mi-piace1

 

Metti mi piace sulla nostra pagina Facebook per essere sempre aggiornato sui migliori contenuti da condividere e commentare con i tuoi amici

Il 6 dicembre 2016, centinaia di veterani, provenienti da tutti gli Stati Uniti si sono messi in ginocchio e hanno chiesto  perdono per i crimini commessi nei confronti degli Indiani,  e lo hanno fatto  a nome delle forze armate statunitensi.

ECCO LE MERAVIGLIOSE E COMMOVENTI PAROLE PRONUNCIATE DAL LORO PORTAVOCE:

❝ Siamo venuti qui.
Vi abbiamo attaccato.
Abbiamo preso la vostra terra.
Abbiamo firmato trattati che non abbiamo rispettato.
Abbiamo rubato i minerali dalle vostre sacre colline.
Abbiamo scolpito le facce dei nostri presidenti sulle vostre montagne sacre.
Poi abbiamo voluto rubarvi altra terra, prenderci i vostri bambini, privarvi della vostra lingua, di eliminare la lingua che Dio vi ha dato, che il Creatore vi ha dato.
Non vi abbiamo rispettato, abbiamo inquinato la vostra terra, vi abbiamo fatto del male in tanti modi ma ora siamo qui per chiedervi scusa.
Siamo al vostro servizio e imploriamo il vostro perdono.

ECCO IL VIDEO DI QUESTO MOMENTO MOLTO COMMOVENTE:

COSA E’ ACCADUTO

Un risveglio di massa è in corso di realizzazione, e sta  iniziando nei campi di protesta di Standing Rock,  situati vicino  a Cannon Ball, nel Dakota del Nord.  Dal mese di aprile, i “protettori dell’acqua” hanno protestato contro la realizzazione di un oleodotto che attraverserà  quattro stati e avrà il suo accesso in  Dakota.

P
Le persone che hanno sostenuto  la tribù Sioux di Standing Rock,  credono che la terra sia degli indiani e che ne sono stati ingiustamente privati  a causa di un  trattato del 1851. Queste persone sono state bastonate, prese con il taser,  colpite con proiettili di gomma, e sono state anche buttate giù con i cannoni ad acqua a temperature di congelamento. Nonostante ciò, hanno continuato a protestare non violentemente assieme ai Sioux,  perché hanno creduto fermamente e sin da subito che la costruzione del DAPL distruggerà il  cimitero  Sioux e potenzialmente contaminerà e inquinerà il fiume Missouri.

15272248_1188863801179975_5158734200244595785_oLa Energy Transfer Partners, la compagnia del progetto, ha insistito sul fatto che l’oleodotto  è incredibilmente sicuro, ma gli avvocati della tribù hanno motivato la protesta affermando ragionevolmente che il rischio di un “errore umano” è troppo grande per poter fare una scommessa azzardata.

Lo scorso fine settimana,  quindi, oltre tremila veterani sono arrivati al campo di Sacred Stone (Pietra Sacra) a mostrare il loro sostegno alla difficile situazione dei popoli indiani, così come per aiutare a preparare gli attivisti al freddo inverno del Dakota.

Probabilmente a causa dell’arrivo dei veterani – che è stato organizzato da Michael J. Wood, un  ex agente di polizia di Baltimora, l’Army Corps of Engineers (gli Ingegneri dell’Esercito)  ha negato una servitù alle compagnie petrolifere , responsabili per il gasdotto per $ 3.7 miliardi di dollari.
Con la diffusione della notizia grandi applausi sono scoppiati nel campo, ma una dichiarazione  della società Energy Transfer Partners ha subito messo in chiaro che la costruzione dell’Oleodotto DAPL continuerà indipendentemente dalle interferenze dell’amministrazione Obama.

In questo momento, una situazione di stallo continua tra i lavoratori delle forze dell’ordine e i “protettori dell’acqua”; coloro che sono presenti a Standing Rock – e molti altri che intendono avventurarsi nel Nord Dakota – sono fermamente convinti  e non andranno da nessuna parte fino a quando l’oleodotto non verrà deviato altrove.

sIn un’atmosfera di grande commozione e umiltà, i veterani guidati da Wesley Clark Jr. hanno fatto qualcosa di straordinario che speriamo possa essere un esempio per tutta l’umanità, affinché ritrovi la volontà di ricucire gli strappi, antichi e attuali, risolvere pacificamente i suoi conflitti e le sue divisioni e ritrovare la voglia di camminare insieme verso un futuro straordinario, sulla strada della pace e dell’unione.

FONTE: TrueActivist.com

Share Button

Metti mi piace sulla nostra pagina Facebook per essere sempre aggiornato sui migliori contenuti da condividere e commentare con i tuoi amici

 


762 Visite totali, 2 visite odierne