TI E’ PIACIUTO QUESTO ARTICOLO ?
lasciaci-un-mi-piace1

 

LEMURIA

Il continente di Lemuria, anche se in gran parte attualizzato dalla teoria della tettonica a zolle e dall’esistenza di altri continenti sommersi ancora visibili sul fondo limoso di molti oceani, vive e anima i sogni di migliaia di persone.

Gli indiani nativi americani sono da molti studiosi ritenuti essere discendenti dei Lemuriani, così come lo sono certe tribù in Turchia, gli Aborigeni e la popolazione del Madagascar.

atlantide1Localizzati e collocati geograficamente nell’ oceano Indiano o in quello Pacifico, secondo Helena Petrovna Blavatsky i Lemuriani sono la terza principale razza che li rende molto antichi, preceduti solo dagli ‘Eterei’ e Iperborei, popoli che oggi non hanno nessun discendente vivente.

È interessante notare che secondo la Blavatsky, la quinta razza principale, gli ariani – che hanno ancora oggi discendenti vivi – è ormai vecchia di un milione di anni.

Lemuria, secondo la teosofia tradizionale, avrebbe mosso i suoi primi passi oltre 34 milioni e mezzo di anni fa, e gli abitanti avevano una pelle scura e costituivano un popolo semplice che amava e co-esisteva pacificamente con gli animali che li circondava.

Quando il loro continente cominciò lentamente ad affondare a causa di tante eruzioni vulcaniche che sconvolsero tutto il continente, i Lemuriani si dispersero colonizzando le vicine Indie orientali, l’India meridionale e l’Africa.

Le prove, nonostante la mancanza di evidenze sui fondali di entrambi gli oceani Indiano e Pacifico, si incentrano intorno allo zoologo Philip Lutley Sclater e alle sue scoperte che accomunano la fauna del Madagascar non solo a quella dell’ Africa, ma anche a quella dell’ India, avendo trovato delle importanti e sconcertanti somiglianze tra di esse.

Sclater suppose che ci doveva essere stato un ponte di terra, una terra perduta chiamata Lemuria, dopo aver visto i Lemuri endemici del Madagascar.

Ci sono molte altre teorie che circondano Lemuria, compresa quella intorno a quella che in seguito divenne la razza ariana in India e inventò il sanscrito, e quella che i Maori della Nuova Zelanda arrivarono da un’isola che affondò, così come quella relativa alle leggende dell’Isola di Pasqua e al continente ‘Hiva’ che affondò tra le onde e dove molte persone morirono.

Si dice inoltre che Lemuria o Mu fosse anche la casa di draghi, e quel tempo fosse un momento in cui abbiamo iniziato ad allontanarci dalla nostra natura più animalesca e abbiamo iniziato ad evolverci molto più velocemente.

Alcune teorie (quelle per lo più eccentriche appartenenti alla signora Blavatsky) affermano anche che i Lemuriani erano giganti che gettarono uova prima di evolversi e di dare alla luce piccoli come facevano i giovani mammiferi.

Si parla spesso di Lemuria con nostalgia; potrebbe questa essere l’antica razza dell’Eden Perduto? E’ forse questo il giardino che affondò sotto le onde e l’ultima nostra vista che abbiamo avuto delle nostre nature primitive ma che amavamo?

Lemuria è forse affondata a causa dei nostri peccati e della nostra malvagità, come la Blavatsky ha proposto, o forse è stata un gradino nell’inevitabile spirale della storia, una civiltà che fu stata spazzata via, come è successo a tante altre, e forse un altro tentativo dell’uomo di rimettere le cose a posto?

ATLANTIDE

La tecnologia è un dono di Dio. Dopo il dono della vita, è forse il più grande dei doni di Dio. E ‘la madre di civiltà, delle arti e delle scienze❞ – Freeman Dyson1622810_684023678308180_1595545274_n

Si diceva che la quarta razza prima degli Ariani e dopo i Lemuriani fosse quella degli Atlantidei che diedero vita ai Toltechi e ai Mongoli e si diffusero in quelle terre che oggi conosciamo come Africa, nelle Americhe e nell’Europa.
Gli Atlantidei rispetto ai Lemuriani erano molto più avanzati e simili a degli Déi, belli, intelligenti e ambiziosi.

post_atlantis__sacred_lands_by_eyeseeblackEssi adoravano il sole e fecero avanzare rapidamente le loro tecnologie, proprio come stiamo facendo oggi … vi sono anche alcuni collegamenti tra gli Atlantidei e gli extraterrestri: alcuni teorizzano che questa razza arrivò dal cielo.

Atlantis o Atlantide nella principale storia corrente ha origine secondo le menti dell’antichità in Grecia (‘isola di Atlante’ in greco antico) ed è stato scritto al riguardo da Platone nella sua Allegoria che una civiltà superiore (appunto Atlantide) aveva trasceso il suo ideale di uno Stato e aveva lanciato un attacco a Atene.

Atene, a differenza di qualsiasi altra nazione, riuscì a combatterla e non passò molto tempo prima che Atlantide cadesse in disgrazia con i suoi Déi e affondasse in fondo all’oceano Atlantico.

Atlantide fu collegata anche al dio del mare Poseidone al quale sembrava appartenere, e gli antichi egizi parrebbe avessero scritto molto al riguardo con i geroglifici.

Forse l’associazione della scomparsa di Atlantide con un’apocalisse può essere attribuita all’ associazione del continente al Mayanismo e all’immaginazione di esploratori europei e scrittori come Sir Thomas Moore che hanno portato alla pubblicazione di libri come Utopia.

Tuttavia, si ritiene che le ragioni che puntano il dito su Atlantide come ad una finzione, sono in gran parte dovute al razzismo che circonda le ipotesi straniere dell’incapacità dei popoli indigeni nell’esser riusciti da soli a costruire quelle magnifiche e straordinarie strutture che denotano un ricco background culturale; secondo tali ipotesi, non è possibile che le popolazioni autoctone siano state capaci di ciò. E quindi per forza di cose, ci deve essere lo zampino di un’altra razza che è stata coinvolta in ciò. Queste ipotesi che rendono fitto l’intreccio delle storie che riguardano Atlantide, si sono arricchite nel tempo di innumerevoli sfumature…

Edgar Cayce, nel suo libro Akashic Records scrisse che aveva canalizzato che molte delle anime perdute in Atlantide stavano tornando e la loro coscienza collettiva si muoveva attraverso molti giovani che avevano raggiunto l’adolescenza, sulla costa occidentale del Nord America negli anni ’60.p

Anche in questo caso, come nel caso di Lemuria, molti sostengono l’impossibilità che Atlantide fosse un continente a causa della mancanza di prove sul fondo dell’oceano, e altri affermano che, anche all’interno della geologia della tettonica a placche, è possibile che un continente possa essersi perso come esser mutato e trasmutato.

Secondo la Blavatsky la caduta di Atlantide è avvenuta perché gli Atlantidei giocavano ad esser Dio;  le loro tecnologie avevano superato la connessione con la loro anima: gli atlantidei stavano allevando chimere uomo-animale da usare come schiave del sesso e si erano messi nei guai con la modificazione genetica e la clonazione… quest’ultima cosa risuona allarmante e simile a quello che sta succedendo oggi.

Essendo stati telepaticamente avvertiti che il continente sarebbe affondato, molti degli abitanti di Atlantide fuggirono, salpando sulle navi prima che la terra fosse completamente sommersa nel 9564 a.C., a causa di una serie violenta di terremoti.

Atlantide era semplicemente un parto della fantasia di Platone, spinto dal proprio orgoglio nazionalistico quando scrisse della sua amata Atene, o ci sono frammenti di verità in questi antichi miti, tramandati e roteati nelle sabbie del tempo ???
Stiamo andando forse incontro alla stessa sorte?

O potremo semplicemente proseguire, verso questa sfrenata ricerca di una continua evoluzione e di nuove risposte, accontentandoci di ritornare qualche volta a cercare sul fondo dei fondali oceanici torbidi qualche altro continente perduto, che stuzzichi la nostra fantasia e la nostra sete di sapere?

Auguriamoci solo, di non essere i prossimi a diventare gli abitanti misteriosi di una civiltà perduta, perché volevamo giocare troppo ad esser Dio, dimenticandoci di esser solamente uomini. Grazie

Share Button

 

Metti mi piace sulla nostra pagina Facebook per essere sempre aggiornato sui migliori contenuti da condividere e commentare con i tuoi amici

 

2,197 Visite totali, 5 visite odierne