Share Button

Psicologia-conosci-te-stesso
Con il termine mente si descrivono le funzioni superiori del cervello umano, quali sensazioni, emozioni, pensieri, intuizione, memoria, ecc. A volte abbiamo la coscienza e la consapevolezza di queste funzioni e le dirigiamo e utilizziamo per il nostro benessere ma molto spesso non ne abbiamo il controllo, queste funzioni escono dal dominio conscio e sono governate dalla mente NON CONSCIA.
Si dice che noi utilizziamo solo una piccola percentuale del nostro cervello, quel mitico 10% (punto più punto meno) e il restante 90% non viene utilizzato, ovvero non sfruttiamo a pieno il nostro potenziale ma se lo facessimo saremmo degli esseri sovrannaturali con poteri immensi.

Tutto ciò non è del tutto esatto, noi utilizziamo anche il restante 90% del cervello, il problema è che lo facciamo in maniera non cosciente, cioè non ne abbiamo il controllo.

Ma cosa accadrebbe se imparassimo a gestire quel 90%? Ci ricorderemo che siamo potentissimi esseri co-creatori della nostra realtà. Ma andiamo per gradi e spieghiamo meglio questa affermazione.
La mente non conscia è governata dalle onde cerebrali theta (LEGGI QUI >> IL CERVELLO E IL “RISVEGLIO” DELLE ONDE DEL BENESSERE), le onde tipiche della fare REM caratterizzata da un’intensa attività onirica. Quanti di voi hanno fatto un sogno con la consapevolezza di star sognando? E quando eravate in questa fase e il sogno per qualche ragione non vi piaceva, cosa avete fatto? Giusto: lo avete CAMBIATO, ne avete creato un altro che vi piaceva di più. Ecco qua, le onde theta sono onde co-creatrici della nostra realtà.

wpid-http3a2f2f33-media_-tumblr-com2f0276c20b6229bfc4820371ce2855448c2ftumblr_n1gqhpbkme1tpvg92o1_500Il paradigma in cui viviamo lo creiamo noi attraverso il 10% conscio ma soprattutto con il 90% non-conscio!

La mitica affermazione “Pensa positivo” è il faro che dovrebbe guidare i nostri pensieri consci così grazie alla “legge dell’attrazione” entriamo in risonanza con i nostri pensieri e attiriamo positività nelle nostre vite. Fare ciò è veramente potente e per molte persone funziona benissimo, ma non per tutte. Perché? Vi ricordate di quel 90%? Cosa c’è qui di così potente? C’è l’onda theta co-creatrice e la rete delle nostre convinzioni.

Per convinzioni si intende ciò che pensiamo o crediamo di pensare su qualcosa o qualcuno,  per esempio se vi pongo le domande “cosa ne pensate dei soldi?”, “che idea avete sul benessere?”, “cosa vuol dire per voi abbondanza?” le vostre risposte sono le vostre credenze e loro vi costringono a creare la vostra realtà e vi condizionano sul vostro stato di benessere o malessere.

Queste convinzioni sono registrate nella mente conscia ma anche nella mente non-conscia, il trucco sta nell’andare a scavare in quella parte di noi governata dalla mente non-conscia e riprogrammarla in positivo. Ci sono tantissime tecniche olistiche, e non, che hanno come scopo questa riprogrammazione ma a mio avviso tra tutte il Theta Healing® è la migliore e ora vi spiego il perché illustrandovi i quattro livelli di convinzioni su cui lavora questa tecnica, le altre si fermano al primo livello.

1 – Livello del subconscio: in questo livello ci sono memorizzate tutte quelle credenze e programmi che si sono formati da quando siamo stati concepiti a ora, quando siamo stati protetti e cullati nell’utero di nostra madre, tutto quello che abbiamo ascoltato e fatto nostro nel corso della vita fino ad oggi, soprattutto in maniera passiva quando eravamo bambini, ciò che ci ha influenzato nell’ambiente familiare. Tutto ciò può entrare in contrasto con le credenze memorizzate nella mente conscia e creare un disagio o un disordine o una malattia.

2 – Livello genetico: questo secondo livello trattiene le memorie di programmi dei nostri antenati fino a sette generazioni indietro trasmesse a noi attraverso il nostro DNA, infatti esso non tramanda solo caratteristiche genetiche del funzionamento della macchina uomo ma una buona parte ha il compito di passare alle generazioni future le esperienze di quelle passate.

Così convinzioni appartenenti a nostra madre, a nostro nonno, ai nostri bis-nonni e su fino a sette generazioni sono latenti nel nostro DNA e si potrebbero attivare in noi entrando ancora una volta in contrasto con le convinzioni consce creando un’altra fonte di disagio, disordine o malattia.

3 – Livello storico: qui troviamo le convinzioni che appartengono a memorie di vite passate, non necessariamente ciò che realmente siamo stati in una vita precedente ma ciò che abbiamo captato a secondo della frequenza che noi abbiamo, poi ci sono le forme pensiero e coscienza collettiva di una nazione, forme pensiero del pianeta ecc., tutte queste memorie vanno processate perché potrebbero ancora una volta entrare in contrasto con ciò che vogliamo essere, avere, ottenere.

4 – Livello dell’anima: questo è il livello più profondo e spirituale del nostro essere e quando una convinzione arriva a toccare questo punto allora è molto intensa e può intaccare ciò che la persona realmente è!

6-2014-CDE

Tornando al Theta Healing®, questa tecnica va in profondo riprogrammando tutti e quattro i livelli e non solo uno, creando in noi un’apertura verso la co-creazione cosciente del nostro paradigma. Tutto questo utilizzando in maniera cosciente l’onda cerebrale theta attraverso la preghiera focalizzata al Creatore di Tutto ciò che È.

AUTORE: Nancy Aharpour

CONDIVIDI LA CONOSCENZA: non è peccato {。^◕‿◕^。} 

2,227 Visite totali, 1 visite odierne

Share Button